Netflix, Instagram e Rai ‘down’ nella stessa giornata. Ma Netflix ironizza sui social

di Giuseppe Latorraca

#NetflixDown (notte 11-12 giugno)
Nella serata dell’11 giugno, Netflix ha smesso di funzionare inspiegabilmente in Italia e in diversi Paesi del mondo, generando incredulità e preoccupazione tra milioni di utenti che in quel momento stavano guardando una delle loro serie Tv preferite.
Lo schermo è diventato nero e ha rilanciato il il messaggio HTTP ERROR 504 a tutti quelli che tentavano di collegarsi alla piattaforma streaming di serie Tv e film più famosa del globo. E inevitabilmente l’hashtag #NetflixDown ha iniziato a proliferare su tutti i social network e in particolar modo su twitter.
Dopo alcune ore è arrivata la conferma ufficiale di Netflix: “Attualmente stiamo riscontrando difficoltà con lo streaming su tutti i dispositivi”.
Nella notte del 12 giugno il servizio è stato ripristinato.

#Instagramdown (12 giugno)
Qualche ora più tardi anche Instagram ha riscontrato un black out analogo causato da un guasto a livello globale che ha colpito il sito web e le app per smartphone, al punto che numerosi utenti non riuscivano ad effettuare il login o visualizzare il news feed da nessun dispositivo. Numerosissime le segnalazioni arrivate dalla costa orientale degli Stati Uniti e dal Regno Unito, ma anche dall’Italia e diversi paesi europei.
E così su twitter l’hashtag #NetflixDown ha passato il testimone a #Instagramdown dalle 17:30 alle 21:00, orario in cui i tecnici di Instagram hanno risolto definitivamente il problema.

#Raidown (12 giugno)
Nelle stesse ore, in modo del tutto inaspettato, anche la Rai ha subito un black out clamoroso che ha oscurato per quasi dieci minuti le tre reti Rai e reso irraggiungibile anche Raiplay: un episodio unico nella storia della Rai causato dall’esplosione di tre batterie nella centrale elettrica di Saxa Rubra. Quando il Tg2 ha ripreso le trasmissioni, ha spiegato l’incidente e si è scusato con i telespettatori.
Su twitter, l’Ufficio Stampa Rai ha confermato il guasto, definendolo “grave e imprevedibile” e ha chiesto scusa ai telespettatori di Rai1, Rai2 e Rai3.

L’instant marketing di Netlix sui social dopo la vicenda
Noto per la sua assoluta brillantezza e ironia sui social, Netflix ha cavalcato il suo insolito black out (seguito a ruota da quello di Instagram e della Rai) trasformando un problema in un’opportunità. E lo ha fatto pubblicando due post ‘geniali’ di instant marketing su twitter, dimostrando che da una situazione di difficoltà si può generare un potenziale impatto positivo.

Al momento dell’ #instagramdown (che seguiva di poche ore il suo #netflixdown ), Netflix ha solidarizzato con Instagram (su twitter) con un abbracccio simbolico rappresentato da una scena di NARCOS, una delle sue serie TV di punta .

E subito dopo con l’imprevibile #raidown, ha allargato l’abbraccio alla Rai attraverso una scena di STRANGERS THINGS, altra serie TV di punta di quest’anno,

creando un divertentissimo effetto engagment e confermandosi tra le più brillanti realtà degli instant Marketing sui social media.

Chiamata in causa su twitter, la Rai ha risposto a Netflix Italia con un simpatico post relativo ad una scena della ficition TUTTO PUO’ SUCCEDERE in programma in queste settimane su Raiuno. Applausi!!


Altri brillanti casi di instant marketing di Netlix Italia negli ultimi mesi
Non è la prima volta che Netflix Italia sorprende il suo pubblico con contenuti di ‘instant marketing‘ sui social in perfetta linea con i gusti e gli interessi del suo pubblico: E’ avvenuto altre volte, come in occasione:

della proposta di Di Maio su Internet gratis mezz’ora al giorno

dei Mondiali di calcio (meglio vedere Netflix visto che non gioca l’Italia, no?)

– di Mattarella e le vicende tribolate sul nuovo Governo 

 della festa della mamma

 delle giornate di pioggia nei primi giorni di maggio, prima del lancio di ‘The rain’



About