Scozia: il Livingston rinnova il contratto al portiere Gary Maley dopo un sondaggio su twitter con 2000.000 voti

  • 28 Maggio 2020 |
  • 627 Views|
  • Sport

di Giuseppe Latorraca

Ti stiamo dando la possibilità di decidere sul futuro del portiere @Maley1Gary. Con il suo contratto che scadrà il prossimo mese, stiamo mettendo nelle mani di voi tifosi la scelta se dobbiamo o meno offrire a Stretch un rinnovo. Resta o va via? Decidete voi!“.
Con questo sondaggio lanciato sul profilo twitter ufficiale, il Livingston, squadra di calcio della Scottish Premiership (equivalente alla serie A italiana), ha chiesto ai suoi tifosi se rinnovare il contratto al suo terzo portiere: il 37enne Gary Maley.

Il sondaggio ha fatto molto discutere ma ha ottenuto un successo clamoroso e inaspettato con quasi 200.000 voti. E il 70% ha votato per il rinnovo del contratto.

 


Il club ha preso atto della decisione dei tifosi e ha ripreso in diretta su twitter la firma del portiere: “Con oltre 200.000 voti espressi nel nostro sondaggio su Twitter e oltre 1 milione di Impression da tutto il mondo, i fan hanno parlato e, di conseguenza, il portiere Gary Maley ha firmato oggi il prolungamento del contratto per un altro anno con il club“.

 


Dopo la firma, il club ha spiegato i motivi del sondaggio social, rivelando che tutto è nato dopo una conversazione tra Maley e l’assistant manager David Martindale.

Il portiere aveva suggerito di distribuire il suo stipendio tra i portieri più giovani del club per aiutarli in questo periodo difficile, ma Martindale ha invece pensato al sondaggio e proposto  di donare una sterlina in beneficenza per ogni voto ricevuto, supponendo che non ci sarebbero stati oltre 400-500 voti.
Inoltre, in  caso di sondaggio a suo favore, Maey si impegnava a donato due mesi di stipendio in beneficenza.

Visto l’inaspettato successo del sondaggio con quasi 200.000 voti e l’impossibilità della società a versare una cifra di quasi 200.000 sterline, David ha deciso di donare £1.000 dollari in beneficenza e Gary ha confermato di donare i due mesi di stipendio alla John O’Byrne Foundation, società che si occupa di aiutare i bambini malati terminali e con problemi oncologici.

Non tutti hanno preso di buon grado l’idea del sondaggio, ma con un comunicato, il Livingston Fc ha stemperato la polemica ed elogiato a partecipazione dei tifosi: “Comprendiamo che alcuni potrebbero non aver inizialmente ricevuto il sondaggio nel modo spensierato e di buon umore in cui era nato, ma era destinato a suscitare solo un sorriso quando tutte le altre notizie attuali lo rendono difficile fare“.



About