Coca Cola vs Report: battaglia social su Twitter durante la diretta TV

di Giuseppe Latorraca 

Due miliardi di bottiglie al giorno, 166 miliardi di litri venduti nel 2016 e 500 marchi distribuiti in 200 Paesi: sono questi i numeri di Coca Cola, la bibita più venduta al Mondo finita nel’inchiesta di Report nella puntata di questa sera su RaiTre.
Nell’intento di capire come sia diventata una delle aziende leader nel Mondo, Report ha organizzato un viaggio-inchiesta partito dalla sede principale di Atlanta negli Stati Uniti e continuato in Canada, Messico, Colombia, Mauritania ed Italia negli stabilimenti di Nogara (VR), Oricola (AQ), Marcianise (CE) e nella Sibeg di Catania.
Nel mirino del’inchiesta sono finiti l’uso delle concessioni delle falde, la lotta con le autorità sanitarie che tentano di limitare i danni dello zucchero, le sponsorizzazioni, i finanziamenti, ecc.

Attraverso il suo profilo twitter, Coca Cola Italia ha replicato alle accuse, innescando un live-tweeting con Report durante la diretta TV (e ricordando un altro caso simile di Social TV che vide protagonisti ancora una volta Report contrapposto ad Eni – puntata del 13/12/2015).

Ecco com’è andata!


Inizia Report su Raitre. E Sigfrido Ranucci introduce l’inchiesta ‘Dio Coca Cola‘.

E Coca Cola si dice pronta a ribaltare le accuse su Twitter durante la diretta TV

Report illustra evidenzia l’enorme diffusione della bibita a San Cristóbal de Las Casas in Messico. E l’acqua? Scarseggia!

Sull’emergenza idrica, Coca Cola ribatte con un comunicato ( https://t.co/hBXBvrqzPH ) , dove afferma: “Siamo pienamente coscienti dell’importanza di un utilizzo responsabile della risorsa idrica, ed è per questo che limitiamo il nostro impatto sui bacini idrografici delle comunità in cui operiamo

Report tende ad evidenziare il tasso di di obesità generale, in parte dovuto a bibite come la Coca cola. Poi sposta l’attenzione negli stabilimenti italiani di Nogara (VR), Oricola (AQ), Marcianise (CE): nel mirino le esigue tasse pagate 

Ma è vero che la Coca Cola fa male? 

Cola Cola risponde, rimarcando le sfide all’obesità e gli investimenti in comunità locali

L’attenzione si sposta sulle attività di finanziamento della Coca Cola per promuovere l’immagine della bibita abbinandola a messaggi di pace e di solidarietà. Ma cosa c’è dietro? Filantropia o marketing?

Negli Usa è in corso una lotta legale alla Coca Cola (e all’idustria delle bevande zuccherate) che contribuisce in modo determinante all’obesità dilagante. Nel 2012,  il governo Monti propose di tassare le industrie delle bevande zuccherate, ma poi le cose andarono diversamente

Puntuale la risposta di Coca Cola sulle nuove bevande ipocaloriche

E non è finita. Report ha indagato anche su fenomeni di spionaggio all’estero ed in Italia

Nel frattempo, nello stabilimento Coca-Cola HBC Italia nel Veronese è in corso uno sciopero degli operai dopo l’annuncio di un esubero di 14 dipendenti

Puntuale la replica di Coca Cola

Anche in uno stabilimento della Colombia è in corso uno sciopero della fame

Si chiude con le analisi chimiche di Coca Cola e di altre bevande zuccherate. E colpisce la presenza di titanio

Coca Cola chiude con ironia

Ma Report controbatte con un ultimo tweet chiarificatore

 

Qui l’inchiesta ‘Dio Coca Cola’ (puntata di Report del 3/04/2017)


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.