#liberitutti: la campagna social contro il maltrattamento minori

#liberitutti dal 1° al 10 giugno
E’ partita oggi la nuova campagna social #liberitutti ideata e promossa da Cesvi, la fondazione Onlus che da oltre 30 anni è impegnata in progetti di protezione dell’infanzia in Italia e nel mondo. 
Attiva dal 1° al 10 giugno, la nuova campagna vuole accendere i riflettori sul fenomeno del maltrattamento e della trascuratezza dei bambini attraverso un programma di sostegno in tre territori italiani: Bergamo e provincia, Napoli (VII municipalità) e l’Unione dei Comuni della Bassa Sabina con un coordinamento tra Roma e Rieti.

Per partecipare alla campagna #Liberitutti, basta contribuire con un SMS solidale (o una chiamata da rete fissa) al numero 45535 dal 1° al 10 giugno.
Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali e sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa PosteMobile, TWT e Convergenze e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.
I fondi raccolti mirano a sostenere concretamente attività come: spazi d’ascolto per bambini e ragazzi, interventi specialistici per la cura del trauma, supporto ai genitori in condizioni di vulnerabilità, rafforzamento del ruolo della comunità e formazione di operatori specializzati.

Come dichiarato da Daniela Bernacchi, CEO di Cesvi: “Cesvi ha scelto di intervenire per la prevenzione e il contrasto di questo fenomeno allarmante con la creazione della rete ͚IoConto͛, che metterà in collegamento diversi soggetti del territorio nazionale con il duplice obiettivo di rafforzare le risorse a disposizione di bambini e famiglie e favorire uno scambio di buone pratiche per impattare positivamente sull͛’ambiente e le comunità. Per continuare il nostro lavoro con personale altamente qualificato, che ben conosce le realtà in cui opera, chiediamo il sostegno di tutti. Basta un sms o chiamata al 45535 per dare un aiuto concerto“.

lndice regionale sul maltrattamento all’infanzia in Italia: i risultati
Sono quasi 6 milioni (tra bambini e adulti) le persone che sono o sono state vittime di maltrattamenti durante l’infanzia in Italia: un fenomeno ancora sommerso e non adeguatamente studiato su base nazionale.
È questo uno dei tanti dati che emerge dall’Indice regionale sul maltrattamento all’infanzia in Italia presentato da Cesvi il 5 giugno a Palazzo Chigi a Roma nell’ambito della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #LiberiTutti.
Scarica l’Indice regionale sul maltrattamento all’infanzia in Italia (disponibile anche in versione Summary)


Da Instagram


#liberitutti dell’8 al 21 aprile


Nasce dall’esigenza di mettere in luce e contrastare un fenomeno nascosto e sottovalutato come la violenza sui minori. E il messaggio è chiaro: solo se i bambini sono liberi di essere bambini e di crescere sani e liberi, siamo #LiberiTutti.

Si pensi che solo in italia, i servizi sociali dei Comuni italiani seguono quasi 100.000 bambini maltrattati ogni anno (spesso nel posto più sicuro: la casa).

Per partecipare alla campagna #Liberitutti, basta contribuire con un SMS solidale (o una chiamata da rete fissa) al numero 45535. Per promuoverla, invece, basta scattare una foto, realizzare un disegno, scrivere un racconto che descriva come vedevate il mondo e la casa e quali giochi inventavate quando eravate bambini, e poi condividere il tutto sui vostri social o sul vostro blog con l’hashtag #LiberiTutti, invitando i vostri contatti a donare al numero 45535.
I fondi raccolti saranno utilizzati per realizzare spazi d’ascolto per bambini e ragazzi, interventi specialistici, supporto ai genitori in condizioni di vulnerabilità e formazione di operatori specializzati.

Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali mentre sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa PosteMobile, TWT e Convergenze e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali. Partner della campagna sono Mediafriends e Sky per il Sociale


Da Facebook


Da Instagram


Da Twitter



About